Come illuminare casa correttamente | 5 consigli utili - Brillamenti
Illuminazione: consigli utili / 6 febbraio 2017

Come illuminare casa correttamente | 5 consigli utili

Come illuminare casa correttamente? Scopriamolo assieme nel seguente articolo.

Vi sarete chiesti anche voi, almeno una volta nella vita, se la luce che avete in casa sia sufficiente o se al contrario sia da sistemare.

Oppure magari siete in procinto di costruire il vostro appartamento/casa e non sapete bene come gestire il discorso dell’illuminazione.
Bene, nel presente articolo è nostro desiderio fornirvi alcuni consigli utili su come illuminare casa correttamente.

La luce è un importante aspetto che condiziona la nostra vita. Non pensate che dopo lunghe giornate di lavoro sia gratificante che la nostra casa ci accolga con un’atmosfera piacevole e riposante?

Ecco quindi alcune indicazioni utili da cui partire per illuminare l’interno di casa correttamente.

1) Illuminare solo dove serve e senza esagerare

È sbagliato il concetto di “riempire” di luce ogni ambiente della casa.
Per evitare spiacevoli inconvenienti con luci mal gestite è consigliato prendersi un attimo di tempo e capire effettivamente quali siano le zone ideali dove installare i corpi illuminanti all’interno della nostra casa.

2) Ad ogni ambiente la sua illuminazione

Ogni ambiente della casa ha per noi specifiche funzioni quindi è bene che anche la luce si adatti ai differenti utilizzi.
Come? Facciamo due esempi:

  • In un salotto, che in genere è un luogo dove riposarsi, potremo pensare di creare degli effetti di luce e ombra utilizzando delle lampade dimmerabili che ci permettano di gestire la quantità di luce nei vari punti del soggiorno in base alle necessità o al nostro umore in quel determinato momento.
  •  Nella stanza da bagno di primaria importanza sarà l’inserimento di una luce frontale nello specchio prestando attenzione che non abbagli, mentre per la zona vasca/doccia potremo creare un’atmosfera rilassante utilizzando punti luce a fascio stretto con effetti di luce ed ombra oppure luci colorate RGB  “effetto cromoterapia”.

3) Prendere ispirazione dalla luce naturale per ottenere una buona luce

Per il benessere psicofisico dell’uomo ideale sarebbe che la luce artificiale riproponesse quella presente in natura con i suoi giochi di luce ed ombra e nelle tonalità di colore in funzione della tipologia del locale.
Seguendo questo principio potremo pensare di utilizzare negli ambienti di relax come il soggiorno o la camera da letto una luce più calda, mentre negli ambienti di lavoro come la cucina sarà preferibile scegliere una tonalità più neutra.

In linea generale per ogni ambiente sarà determinante evitare un’eccessiva intensità luminosa per non causare stress visivo.

4) Luce e architettura vanno di pari passo

Per creare ambienti armoniosi ed esteticamente rilevanti luce e architettura sono da considerarsi due elementi interdipendenti.
Posizionata correttamente la luce sarà infatti in grado di valorizzare le linee e i particolari di ogni stanza.

5) Chiedi consiglio ad un progettista della luce

Se desideri che la tua casa sia illuminata in modo corretto rispettando tutti i concetti sopra elencati il nostro consiglio è di rivolgerti a dei progettisti illuminotecnici: il nostro Team dell’Officina della Luce è a tua disposizione per rispondere a qualsiasi tua richiesta o dubbio.

Vuoi conoscerci meglio? Visita la pagina Azienda del nostro sito.

Vuoi contattarci subito senza impegno? Chiama il numero 0439 310098 o scrivici un’email all’indirizzo commerciale@hiproject.it

Per ulteriori approfondimenti visita le pagine del nostro sito: Illuminazione soggiorno | Illuminazione bagno | Illuminazione camera matrimoniale