Illuminare il piano cucina | 7 consigli utili - Brillamenti
Illuminazione: consigli utili / 24 ottobre 2017

Illuminare il piano cucina | 7 consigli utili

Illuminazione sottopensile cucina
Desiderate informazioni e consigli in merito a come illuminare il piano cucina?

Bene, nel seguente articolo troverete alcuni suggerimenti utili su come illuminare il piano cucina correttamente.

In questa zona è davvero fondamentale avere un’adeguata illuminazione. Pensiamo a quanto importante sia vedere bene mentre leggiamo una ricetta, mentre verifichiamo il peso di un alimento o mentre controlliamo la cottura del cibo che stiamo preparando.

Ecco quindi in 7 punti le buone prassi che aiuteranno ad illuminare il piano cucina correttamente:

1) CARATTERISTICHE:

Cosa bisogna illuminare esattamente e com’è fatto il piano lavoro? I sottopensili quali misure presentano? C’è un’area molto ampia e lunga da illuminare o al contrario ci sono ripiani dalle dimensioni contenute? Sono presenti degli angoli?

2) TIPOLOGIA DI CORPO ILLUMINANTE

Individuate queste caratteristiche sarà possibile individuare il tipo di corpo illuminante adatto.
Ad esempio per un ripiano molto lungo sarà azzeccata la scelta della barra a Led: questa soluzione permetterà di illuminare in modo uniforme tutta l’area interessata.
Diverso è il caso in cui si dive illuminare un angolino o una piccola zona: qui sarà auspicabile la scelta di uno o più faretti a led.

3) POSIZIONAMENTO DEI PUNTI LUCE

Il collocamento dei corpi illuminanti dovrà essere scelto in modo tale da evitare il più possibile zone d’ombra e riflessi di luce sugli oggetti. Per questo motivo è consigliato installare i corpi illuminanti centrati rispetto al piano lavoro: in questo modo il fascio di luce si proietterà perpendicolarmente e centralmente alla superficie del ripiano.

4) TEMPERATURA DELLA LUCE

Per un’area lavoro come il ripiano cucina sarà preferibile avere una luce con gradazioni tendenti al bianco neutro. Tonalità di questo tipo daranno un’ottima visibilità mentre si lavora.

5) AMPIEZZA FASCIO DI LUCE

In questo caso scegliere ottiche a fascio ampio e diffuso: avere una luce diffusa permetterà di non generare ombre.

6) INTENSITÀ LUMINOSA

La quantità di luce necessaria deve poter illuminare bene l’area interessata e nello stesso tempo non deve essere né eccessiva né scarsa per non infastidire e/o stancare l’occhio.  La scelta dipenderà dalle caratteristiche della specifica cucina.

7) REGOLAZIONE DEL FLUSSO LUMINOSO

Un consiglio, non fondamentale ma utile, è quello di considerare la possibilità di regolare a piacimento l’intensità luminosa.
La gestione della luce potrà avvenire tramite interruttore, con un semplice radiocomando, oppure direttamente dallo smartphone con un’applicazione dedicata.

Di seguito i link ad alcuni nostri prodotti Brillamenti adatti a illuminare il piano cucina:

Barra BA2.NNN.CO.A.TO.FS | Barra BT1.NNN.CO.A.TO.FS | Faretto LS.NN.000.OTA.FI | Faretto LS.NN.040.OTA.FI| Faretto LS.NN.041.OTA.FI 

Se desiderate ulteriori consigli e/o informazioni in merito a come illuminare i sotto pensili cucina il nostro Team Officina della Luce è a disposizione.

Contattateci telefonicamente al numero 0439310098 oppure compilate il form qui di seguito, grazie!

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio


Altri articoli che possono interessare:
Come illuminare casa correttamente | Come illuminare il soggiorno

Tag:, ,